Agenzia di consulenza e mediazione immobiliare
eng  |  rus

Mercato immobiliare

Mercato immobiliare: cos'è successo e cosa accadrà nel 2014

MERCATO IMMOBILIARE: COS’E’ SUCCESSO E COSA ACCADRA' NEL 2014

Mercato Immobiliare

Si sa, la fine dell’anno,  porta con sé il bisogno di fare il punto, per capire cos’è successo di veramente importante e quali sono i punti fermi da cui partire per l’anno venturo. Anche il mercato immobiliare non fa eccezione: proviamo quindi a capire cos’è successo di davvero importante al settore e che prospettive ci sono per il 2014.

Il 2013 è non si può dire sia stato un anno positivo per il mercato immobiliare: la crisi c’è stata, i numeri delle compravendite hanno continuato a tenere il segno meno, anche i prezzi hanno subito ulteriori ribassi. L’anno si è concluso con la notizia della revisione delle tasse sul trasferimento di proprietà e il mantenimento degli sgravi fiscali sulle ristrutturazioni, che dovrebbero comunque portare a un incremento delle compravendite i cui effetti si vedranno nel 2014. 

Negli scorsi giorni il quotidiano Il Sole 24ORE ha provato a fare il punto, intervistando alcuni operatori del settore i quali hanno espresso la consapevolezza che i segnali di ripresa ci sono tutti, anche se troppo deboli per poter sorridere davvero. Se i paletti delle banche si fanno meno rigidi e si torna, benché con estrema lentezza, ad aumentare le probabilità di concessione di un mutuo, anche il mercato delle compravendite immobiliari dovrebbe andare nella stessa direzione. Secondo Nomisma  nelle grandi città si registra un lieve miglioramento a partire dalla scorsa primavera, si nota un aumento della volontà di acquisto, tuttavia si presume che i prezzi subiranno un ulteriore aggiustamento anche per il 2014. 

La tendenza resta negativa, quindi, ma non si dovrebbero più registrare i crolli vertiginosi che hanno contraddistinto il mercato negli ultimi anni. Ciò che appare chiaro è una maggiore consapevolezza del venditore stesso, che non solo è pronto ad effettuare maggiori sconti in fase di trattativa, ma è lui per primo ad “aggiustare il prezzo” dell’immobile in base alle condizioni attuali del mercato in fase di vendita. E’ evidente che, anche se ci sarà una ripresa, non ripartiremo dai valori di alcuni anni fa ma da quelli di oggi. I venditori oggi si sono resi conto che immettere sul mercato il loro immobile con i prezzi di quattro/cinque anni fa è controproducente,  si rischia non solo di vedere il proprio immobile invenduto per un lungo periodo ma addirittura di subire un ulteriore deprezzamento del bene.

L’inizio del 2014 è guardato con attenzione da tutti i player del mercato immobiliare anche per via dell’entrata in vigore delle nuove norme sulle compravendite. In particolare, l’imposta di registro per l’acquisto della prima casa verrà abbassata passando dal 3% al 2% (pur con un minimo di 1.000 euro); tutti gli altri trasferimenti immobiliari verranno tassati, invece, con un’aliquota del 9% (anche qui con 1.000 euro di minimo).

VAL DI FIEMME E FASSA

Per quanto riguarda il mercato immobiliare turistico che riguarda le nostre zone,  il calo dei prezzi c’è stato ed è evidente anche se in misura minore rispetto le grandi citta Italiane. L’interesse per le zone di Fiemme e Fassa  continua ad esserci, grazie anche alle tante abitazioni sul mercato che creano i presupposti per l’affare.

Due le tipologie di cliente: quello che cerca l'appartamento piccolo da acquistare in famiglia e quello che cerca la soluzione importante, cioè la villetta o l'appartamento di dimensioni e finiture signorili. Le compravendite di quest'anno – in base ai dati della Dolomiti Casa di Cavalese - hanno riguardato da un lato la fascia di prezzo tra i 180.000/230.000 euro (in pratica il trilocale usato in buone condizioni) e dall'altro immobili con valore oltre i 400 mila euro. È venuto a mancare l'acquirente della fascia media, quello con budget dai 250 ai 380 mila euro, costituito dall'imprenditore di piccola media impresa o dall'artigiano affermato, tanto che gli immobili di quel target sono calati maggiormente e sono la fascia che rimane maggiormente invenduta. Unico modo per ottenere la conclusione della compravendita è immettere sul mercato il bene al prezzo di mercato attuale (fondamentale conoscere il valore attuale, affidatevi alle valutazioni delle agenzie immobiliari che conoscono il compravenduto) e di offrire una casa con grande cura dei particolari.

Importante, soprattutto in un momento di mercato come quello che stiamo vivendo, affidarsi a professionisti qualificati che con grande sensibilità e attenzione alle nuove normative sono in grado di gestire al meglio la conclusione dell’affare. Oggi gli acquirenti sono più esigenti e determinati a ottenere l’affare,  i venditori hanno bisogno di consulenti che con motivazione cercano di ottenere il miglior prezzo possibile in un mercato che continua a essere al ribasso.

 

Agente Immobiliare Lina Salvia

 

 

  
Catalogo inverno 2016/17
Richiedi la tua copia!
leggi di più ».
Le proposte Dolomiti Casa in Val di Fiemme sotto i 198.000 Euro .

leggi di più ».
Catalogo estivo Dolomiti Casa
Scoprite alcune delle nostre opportunità d'acquisto sul nostro nuovo catalogo.
leggi di più ».
Loghi
Tutti i diritti sui contenuti di questo sito sono riservati | Impressum
Copyright © 2015 Dolomiti Casa S.a.s.
Visit Michela a Cavalese, TN, IT su Houzz
Powered by Juniper XS

Dolomiti Casa s.a.s.

piazza Scopoli/Via pretura 1
38033 Cavalese (Tn)
P. Iva: 01981020223 | e-mail »
tel. +39.0462.235282 | fax. +39.0462.232967
Michela a Cavalese, TN, IT su Houzz