Agenzia di consulenza e mediazione immobiliare
eng  |  rus

State pensando a delle ristrutturazioni in casa? Leggete qui!

Volete rinnovare un pavimento? Desiderate mettere in sicurezza gli impianti? Volete installare un sistema antifurto? Ecco una guida alle agevolazioni fiscali.

 Mai come adesso i contribuenti (residenti e non residenti) possono usufruire di tante agevolazioni fiscali sugli interventi edilizi della casa. 

Eccovi una breve guida per districarsi dalla burocrazia e capire gli interventi sugli immobili che possono usufruire delle agevolazioni fiscali del 2016.

 

 Potete usufruire della detrazione fiscale del 50% dei costi su ristrutturazioni, con il limite di euro 96.000 per unità immobiliare, pari a 48.000 euro da ripartire in 10 rate annuali di 4.800 euro ciascuna.


 

La detrazione, quali spese riguarda?

 

 - interventi di manutenzione straordinaria;

 

- opere di restauro e risanamento conservativo;

 

-  lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze;

 

- interventi effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali;

 

- lavori relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, anche a proprietà comune;

 

- opere finalizzate all’eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi (ad esempio, la realizzazione di un elevatore esterno all’abitazione);

 

- bonifica dall’amianto e di esecuzione di opere volte ad evitare gli infortuni domestici, anche per la semplice riparazione di impianti insicuri realizzati su immobili (per esempio, la sostituzione del tubo del gas o la riparazione di una presa malfunzionante). Tra le opere agevolabili rientrano l’installazione di apparecchi di rilevazione di presenza di gas inerti, il montaggio di vetri anti-infortunio, l’installazione del corrimano

 

- quelli relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.

 

- quelli finalizzati alla cablatura degli edifici, al contenimento dell’inquinamento acustico, al conseguimento di risparmi energetici, all’adozione di misure di sicurezza statica e antisismica degli edifici, all’esecuzione di opere interne.

 

 Ai fini della detrazione si possono considerare anche le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse

rifacimento pavimenti

 

 

 

Detrazione fiscale del 65% per interventi di riqualificazione energetica e di adozione di misure antisismiche in zone sismiche ad alta pericolosità


La detrazione, quali spese riguarda?

 

 -      la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;

 

-      il miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre);

 

-      l'installazione di pannelli solari;

 

-      la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

 




In quale misura riguarda questi interventi?

 

- Riqualificazione energetica di edifici esistenti - limite massimo detrazione -  € 100.000

 

- Involucro edifici (per esempio, pareti, finestre) -limite massimo detrazione -  €  60.000

 

- Installazione di pannelli solari, acquisto e posa in opera di schermature solari - limite massimo detrazione - €  60.000

 

- Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione dotati di generatori di   calore  alimentati a biomasse combustibili - limite massimo detrazione -  € 30.000

   

installazione pannelli solari

 

Chi può fruire della detrazione?

-      proprietari o nudi proprietari;

-      titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione);

-      locatari (necessita il consenso scritto del proprietario);

-      comodatari (con relativo contratto di comodato e consenso scritto del proprietario);

-      familiari conviventi del possessore o detentore dell'alloggio.

 

 IMPORTANTE: per usufruire della detrazione è necessario  pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare, causale del versamento, codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e il codice fiscale o numero di partita Iva  del beneficiario del pagamento.

 

Fonte:www.agenziaentrate.gov.it

 

 


 

  
Cosa fare in Val di Fiemme se non sei uno sciatore!
Ci capita spesso di conoscere clienti che frequentano queste zone in inverno senza però sciare. Questa meravigliosa valle offre infatti tantissime alternative, vi proponiamo alcune piacevoli passeggiate alla portata di grandi e piccini.
leggi di più ».
Dolomiti Casa - Chi siamo
Se non ci conosci e vuoi sapere qualcosa in più su di noi, ecco la nostra presentazione.
leggi di più ».
Stai pensando di vendere casa?
Passa in ufficio!
leggi di più ».
Loghi
Tutti i diritti sui contenuti di questo sito sono riservati | Impressum
Copyright © 2015 Dolomiti Casa S.a.s.
Visit Michela a Cavalese, TN, IT su Houzz
Powered by Juniper XS

Dolomiti Casa s.a.s.

piazza Scopoli/Via pretura 1
38033 Cavalese (Tn)
P. Iva: 01981020223 | e-mail »
tel. +39.0462.235282 | fax. +39.0462.232967